Menu Chiudi

IDENTITÀ E DIVERSITÀ: TRA DISCRIMINAZIONE DEI DIRITTI E PERSECUZIONE DELLE VITE – Giorno della Memoria 2022

Il Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB) e il Seminario Permanente «Etica Bioetica Cittadinanza» del Dipartimento di Scienze sociali dell’Università Federico II di Napoli, in collaborazione con il Comitato Etico dell’Ateneo federiciano e l’Ufficio Scolastico Regionale della Campania, promuovono per il «Giorno della Memoria» una iniziativa di commemorazione e di studio.

Il convegno, dedicato al tema «Identità e diversità: tra discriminazione dei diritti e persecuzione delle vite», si svolgerà online il 27 gennaio 2022 e potrà essere seguito in diretta sul canale youtube del CIRB.

«Quando il benessere dei popoli o gli interessi delle maggioranze – ha detto Sergio Mattarella – si fanno coincidere con la negazione del diverso, dimenticando che ciascuna persona è diversa da ogni altra, la storia spalanca le porte alle più immani tragedie».

Muovendo dal monito del Presidente della nostra Repubblica, l’iniziativa intende rendere giustizia, con ricordo e riflessione, agli ebrei sterminati, che «parlano a nome di tutti» (Claudio Magris), e alla molteplicità delle tante vittime,  persone  e categorie, colpite, nell’Europa nazifascista, dalla discriminazione prima e dallo assassinio poi.

La cancellazione sistematica della diversità umana, inscritta nell’ideologia razzista e antisemita, apre la via all’in giù dell’annientamento di uomini e donne, di ethos e diritto, di istituzioni e mondo comune.

«Dopo Auschwitz non si può essere razzisti, non si può discriminare nessuno, non si può odiare nessuno. Mai, per nessun motivo», afferma Edith Bruck, la grande scrittrice che ha narrato il dolore della testimonianza rappresentandolo anche come le doglie di un parto impossibile.

Nel corso del pomeriggio, che darà risonanza alle voci femminili dei lager, Edith Bruck, in dialogo con Emilia D’Antuono, racconterà il suo tenace e sofferto impegno per portare al mondo la verità di «ciò che è stato».

Dare forma all’intera verità è impossibile, ma parti di quella verità sono entrate nel mondo e ci chiamano a consapevolezza e responsabilità.

I temi della giornata di studio sono stati preliminarmente discussi con studentesse e studenti delle scuole superiori della Campania nel corso di lezioni promosse dall’USR Campania e svolte da Emilia D’Antuono, Tania Groppi, Gianluca Attademo ed Emilia Taglialatela sui temi : Oblio e pregiudizio: le disparità del ricordare (21.12.2021 –  youtu.be/WENjvwPMybU); Oblio e pregiudizio: la Costituzione della Repubblica come baluardo (13.01.2022 – youtu.be/O3vF-CWf6wM).

La sessione mattutina (ore 09.00), intitolata «L’annientamento delle diversità» e presieduta da Enrico Di Salvo, sarà aperta dai saluti dei Rettori degli Atenei convenzionati, di Andrea Patroni Griffi, di Domenica Addeo, di Daniela Lourdes Falanga, di Claudio Buccelli, di Emilia D’Antuono ed Enrica Amaturo.

Dopo l’introduzione di Paolo Valerio, interverranno Rossella Bonito Oliva con una relazione dal titolo “Corpi negati, cancellazione della presenza”, Giovanni Dall’Orto con una relazione dal titolo “La persecuzione nazifascista degli omosessuali” e Camilla Balbi con una relazione dal titolo “Beyond the pink triangle: la (lentissima) memorializzazione dell’olocausto queer”.

La sessione pomeridiana, in programma alle 15.00, è dedicata al tema «Oblio e pregiudizio. La memoria offesa» e sarà presieduta da Lorenzo Chieffi.

La prima parte di tale sessione sarà incentrata sulla figura di Edith Bruck, autorevole testimone della Shoah e straordinaria scrittrice, con particolare riferimento al suo più recente volume: Il pane perduto (La Nave di Teseo, 2021). Sarà proiettata una videointervista all’autrice, preceduta da una introduzione di Emilia D’Antuono.

In seguito interverranno Emilia Taglialatela con una relazione dal titolo “Memorie femminili della Shoah”, Alessia Maccaro con una relazione dal titolo “Cittadinanza in bianco e nero. Il caso dei tedeschi africani” e Gianluca Attademo con una relazione dal titolo “L’impegno delle sopravvissute di Ravensbrück per la memoria della sperimentazione disumana”.

Dopo il dibattito, le conclusioni saranno affidate a Francesco Lucrezi.

Parteciperanno studenti delle Università consorziate al CIRB e delle scuole medie superiori invitati dall’USR per la Campania.

Link locandina

Link diretta youtube

Link pagina evento FB

Comitato Scientifico

Domenica ADDEO, Gianluca ATTADEMO, Rossella BONITO OLIVA, Lorenzo CHIEFFI, Emilia D’ANTUONO, Marina DE BLASIO, Mariavaleria DEL TUFO, Francesco LUCREZI, Andrea PATRONI GRIFFI, Lucio ROMANO, Emilia TAGLIALATELA, Paolo VALERIO